"Access to Finance in Horizon 2020", regole più semplici per le imprese che vogliono accedere ai fondi europei

22.05.2014

Si è svolto giovedì 22 maggio al Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine, il workshop "Access to Finance in Horizon 2020: lo Strumento per le PMI e le opportunità di finanziamento per il settore ICT”, che ha visto la partecipazione di una sessantina fra imprenditori, consulenti aziendali, ricercatori e funzionari di amministrazioni locali.

Durante i lavori sono state illustrate le opportunità per il settore ICT e lo Strumento per le PMI, suddiviso in macroaree che coprono settori trasversali, con finanziamenti compresi tra il 70 e il 100% dell’importo totale del progetto di ricerca o innovazione presentato. Regole di rendicontazione semplificate e un approccio step-by-step, nelle intenzioni della Commissione Europea, dovrebbero rendere la presentazione e la realizzazione dei progetti più semplici e accessibili anche alle realtà più piccole e meno strutturate.
“Le piccole e medie imprese possono presentare progetti singolarmente o assieme ad altre aziende in Italia o Europa – spiega Romina Kocina, referente dello sportello APRE di Udine - per sviluppare prodotti innovativi. In Horizon 2020 troviamo un approccio a tre fasi, che mira ad accelerare il percorso di industrializzazione per concretizzare l’idea sul mercato in tempi molto rapidi. Il vantaggio sta inoltre nella modalità di erogazione dei finanziamenti, con importi fino al 60-70% anticipati al momento della firma del contratto con la Commissione Europea.” 
 
L’evento è stato organizzato da Friuli Innovazione in qualità di Sportello APRE insieme al Punto di Contatto Nazionale dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, nell'ambito di INCO-NET.
 
Anche la modalità di pubblicazione dei bandi è cambiata e prevede un calendario già noto per il primo biennio, con tutte le scadenze. La prima è il 18 giugno, quando si saprà quante PMI europee hanno presentato richiesta di finanziamento all’UE per un proprio progetto di ricerca.
 
“Horizon 2020 offre strumenti di finanziamento innovativi – spiega Antonio Carbone, referente del Punto di Contatto Nazionale di APRE a Roma – per la realizzazione di idee innovative e progetti di ricerca scientifica all’interno dell’industria. Gli sportelli APRE, compreso quelli del Friuli Venezia Giulia, offrono consulenze gratuite a imprese e ricercatori, per valutare come i loro progetti possano utilizzare i fondi comunitari disponibili”.
 
Al termine dell'incontro, i partecipanti hanno potuto discutere le proprie idee progettuali con lo staff di APRE e incontrare gli altri partecipanti, in una sessione di networking strutturata per permettere la condivisione di contatti e proposte utili all’avvio di potenziali collaborazioni.
 

Scarica le presentazioni