Strategie per i partenariati internazionali, esperti italiani e austriaci a confronto

7.02.2014

Si è svolto il 7 febbraio a Udine il workshop KooperierBar dal titolo "Strategie per i partenariati internazionali". Organizzato da Friuli Innovazione in collaborazione con la start-up Creaa e l'Associazione culturale Etrarte, l'incontro si è svolto nella più ampia cornice della manifestazione internazionale Business Meets Art 2014 ed ha visto la partecipazione di imprenditori, creativi ed operatori culturali che hanno riempito i centralissimi locali di Friuli Future Forum, sede dell'incontro.

A parlare di strategie, approcci e soprattutto a condividere le proprie esperienze professionali, sono stati tre relatori provenienti dalle regioni di riferimento del progetto INCO-NET e cioè la Carinzia, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

Elke Beneke project manager di Villaco, e consulente per diverse amministrazioni pubbliche austriache, ha condiviso con i numerosi partecipanti non solo la sua esperienza di europrogettista, ma anche le personali strategie ed i segreti del mestiere utili a chi sta cercando dei partner per avviare un progetto europeo nel settore dell'arte e della cultura.

Maggiormente centrato sui partenariati d'impresa è stato invece l'intervento di Renzo Taffarello,  consulente dell’incubatore d’impresa della Fornace dell’Innovazione di Asolo (TV) ed esperto di internazionalizzazione. "La start-up innovativa deve comprendere fin da subito di doversi confrontare con il mercato globale" - ci racconta Renzo - "è vero che internet ci permette di ridurre notevolmente le distanze, ma resta fondamentale essere fisicamente presenti all'estero, soprattutto in mercati estremamente strutturati come quello, ad esempio, degli Stati Uniti".

A chiudere la serie di interventi è stato Tommaso Bernardini dell'Area finanziamenti per le imprese di Friuli Innovazione, che ha illustrato ai partecipanti le opportunità di finanziamento offerti dal nuovo programma europeo Horizon 2020.


Ultimo incontro della serie Arte&Impresa, il workshop “Strategie per i partenariati internazionali” si è chiuso con una fase di Open Networking, durante la quale i partecipanti, provenienti da Italia, Austria, Cina e Croazia, hanno avuto l’opportunità di scambiare idee e contatti utili all’avvio di nuovi progetti.